13 giugno 2018

Intervista a UBS ETF

Con la quotazione del Gender Equality, UBS ETF diversifica ulteriormente la gamma di Etf SRI, che nel primo trimestre dell’anno ha già raccolto quanto in tutto il 2017
 

Il tema degli investimenti sostenibili (SRI) è abbracciato da un numero crescente di investitori, in tutta Europa, compresi gli utilizzatori di Etf. MondoInvestor ha incontrato Francesco Branda, head of Passive & ETF Specialist Sales Italy di UBS AM, che vanta la leadership in questo segmento degli Etf, per conoscere le ultime novità introdotte su Borsa Italiana e in quale direzione proseguirà l’innovazione prodotto.

Come si è concluso il primo quadrimestre dell’anno per UBS ETF?
I primi due mesi dell’anno sono stati ottimi in termini di raccolta, confermando il forte trend di crescita visto nel 2017. Gli strumenti sull’azionario, e in particolare quelli con copertura del rischio di cambio, sono in assoluto quelli che gli investitori hanno dimostrato di apprezzare maggiormente. Abbiamo poi registrato un’accelerazione sugli investimenti SRI, al punto che nel primo quadrimestre dell’anno UBS ha già raccolto tanto quanto in tutto il 2017. Il mese di marzo si è contraddistinto per un rallentamento, ma già da aprile abbiamo visto una forte ripresa.

Avete quotato anche su Borsa Italiana il primo Etf Gender Equality: cosa vi ha spinto a questa scelta? Quali sono le peculiarità del suo sottostante?
La quotazione del Gender Equality rientra nella nostra strategia di crescita della gamma di Etf socialmente responsabili. Da gennaio alla fine di aprile 2018, UBS ha già quotato su Borsa Italiana tre nuovi Etf SRI: oltre al già citato strumento, che investe sulle aziende leader a livello globale sulla parità di genere, vi sono l’Ubs Etf (Irl) - Msci Acwi Socially Responsible Ucits Etf (hedged to Eur) e l’Ubs Etf (Irl) - Msci Acwi Esg Universal Ucits Etf.
Il tema della parità di genere sta diventando sempre più importante e non solo per le positive ricadute sociali che essa porta con sé; ci sono molti studi che dimostrano come le società attente alla diversità di genere siano quelle più redditizie, che registrano migliori performance borsist